Fai splendere la tua barca seguendo questi semplici consigli

La stagione estiva è alle porte, è ora di “lustrare” la tua barca! In questo articolo ti sveleremo dei piccoli trucchi per pulire e mantenere la tua imbarcazione in perfette condizioni.

La tappezzeria. Per una pulizia perfetta dei tessuti tutto dipende dal materiale.
Se la tua barca è , come parte delle imbarcazioni Cranchi, in materiale “ Sky”, ossia in similpelle, consigliamo l’utilizzo di sapone di Marsiglia che permette di sbiancare il tessuto senza rovinarlo ; in alternativa un normale shampoo a PH neutro.
Se la macchia persiste, l’ultima spiaggia può essere l’uso di sgrassatori più aggressivi che , però, se usati in maniera assidua potrebbero rovinare lo Sky ( in questo caso sarebbe bene diluirlo ) .
Per spazzolare l’ideale è l’utilizzo di spazzole morbide che consentono una pulizia profonda senza rischio di abrasivare o danneggiare il tessuto.

Il Teak. Si apre un discorso molto delicato come lo è questo tipo di materiale.
Quattro fasi fondamentali per il trattamento del Teak :
1.Sgrassare , con detergente apposito ( consigliamo “Teak Wonder” )
2.Sbiancare
4.Risciacquare con acqua dolce abbondante e poi ( se possibile ) con acqua salata per permettere al legno di mantenere il sale presente nelle sue porosità e rallentare così il disseccamento evitando l’evaporazione dell’olio.
3.Oliare , almeno 2 volte l’anno (necessario per il mantenimento dell’olio presente nel teak che lo preserva dall’invecchiamento e dal disseccamento ).

Se la coperta è in vetroresina basterà l’utilizzo di uno spazzolone e shampoo a PH neutro , per le zone zigrinate va bene anche  il sapone di Marsiglia per sbiancarlo perfettamente, e senza dubbio un po’ di olio di gomito!

Per lucidare le cromature un trucco molto semplice ed efficace è l’utilizzo dell’aceto.
L’aceto permette di togliere le macchie dalle superfici in inox e rendere le cromature lucide da potervisi specchiare.

 

Rispondi