Se Babbo Natale arrivasse in barca?

La nostra idea di Babbo Natale è fortemente influenzata dall’iconografia classica, che lo vede percorrere i cieli del mondo a bordo della sua slitta trainata da 8 renne, più Rudolph in prima linea.
Siamo abituati a immaginarlo in questo modo fin da piccoli, tanto che è particolarmente difficile pensarlo diversamente.

In diverse culture in realtà, come quella olandese o greca, la figura di Babbo Natale è identificata con quella di San Nicola e la tradizione vuole che il suo mezzo di trasporto preferito non sia una slitta, bensì una barca.

Questa tradizione trae le sue origini dalla storia, secondo cui nel primo secolo dell’anno 1000 le città di Bari e Venezia vollero salvare le spoglie del Santo conservate nella cattedrale di Myra, ormai caduta nelle mani dei musulmani: le reliquie vennero così trasportate in barca da Myra verso Bari e Venezia.

Sinterklaas: il Babbo Natale olandese che arriva in barca

sinterklaasIn Olanda, Babbo Natale è chiamato Sinterklaas (San Nicola). Come quello classico, si veste di rosso, con bastone pastorale e mitra, e distribuisce doni e caramelle ai bambini. Ha tuttavia una particolarità che lo contraddistingue: il primo sabato di novembre lascia la Spagna, dove vive regolarmente, e fa il suo ingresso ad Amsterdam a bordo di un battello a vapore attraverso il fiume Amstel, accompagnato da numerosi folletti (gli Zwarte Pieten).
Sbarcato, il Santo si avvia verso piazza Dam a dorso del suo fedele cavallo bianco Amerigo, distribuendo biscotti e caramelle alle migliaia di spettatori.

La sera del suo arrivo, i bimbi olandesi si intrattengono davanti al camino, cantano canzoni e lasciano le proprie scarpe dietro la porta di casa, con un presente per Sinterklaas e una carota per Amerigo.
Se durante la serata le loro canzoni sono piaciute al Santo, la mattina seguente potrebbero ritrovare piccoli doni accanto alle proprie scarpe.
La sera più importante è però quella del 5 dicembre: durante la notte, San Nicola galoppa sui tetti sul dorso di Amerigo e distribuisce ai bimbi dolci di panpepato e regali.

In Grecia, San Nicola è protettore dei marinai

In Grecia, San Nicola non è associato a festeggiamenti che prevedono una distribuzione di regali (affidata invece a San Basilio di Cesarea, celebrato il giorno di Capodanno), ma è invece considerato il protettore dei Marinai e patrono della marina greca, sia militare che mercantile.
Durante il 6 dicembre, giorno della sua celebrazione, vengono organizzate feste a bordo di tutte le navi e barche, sia in mare e in porto.

E in Italia?

In Italia, la figura di Babbo Natale e San Nicola sono nettamente distinte e la seconda è celebrata
principalmente a Bari, sia il 6 dicembre che dal 7 al 9 maggio, giorni della ricorrenza della traslazione delle ossa dalla città di Myra.
Per l’occasione, un lungo corteo ripercorre gli eventi del 1086 e la statua del santo viene condotta in processione a bordo di una barca, per poi essere lasciata in piazza per il culto pubblico.

Babbo Natale su un Cranchi?

Vi immaginate l’arrivo di un Babbo Natale moderno direttamente su uno dei nostri Cranchi?
Scopri tutti i nostri modelli

Rispondi